#MARTY93

If you want your dreams come true you have at first to wake up!

MARTINA BOMMARITO

#G3

Gli AFORISMI di MARTINA

#B4

Martina ha il suo nuovo Account su Instagram

CLICCA QUI

#A1 – #A2

Martina si presenta con il suo nuovo sito creato su NauMai, la Community di Autori del Manipulation Game.
CLICCA QUI per vederlo e conoscere meglio MARTINA BOMMARITO

#D4

MARTINA ha realizzato questo splendido Mickey Mouse dalla Pasta di Sale… Fancy

#F2

Martina ha realizzato un coloratissimo MANDALA ed ha condiviso le sue sensazioni.

Il finale è davvero inaspettato…

#F1

Martina ha realizzato il video in cui abbraccia un albero, come un koala, per 5 minuti ed esprime le proprie sensazioni.

Missione compiuta anche se con qualche difficoltà… 

#B2

Martina presenta se stessa ed il suo canale YouTube

#D3

Martina ha realizzato questa simpatica poesia con il tema ”Il Gioco della Manipolazione”

Poesia realizzata con l’aiuto di Luciana Parco

L’ARMA DELLA MANIPOLAZIONE

Sin dal primo respiro è già chiaro
che giochiamo e lasciamo giocare
il gioco che è dolce o amaro
che tutti chiamiamo manipolare

Cresciamo e copriamo i due ruoli
dentro questa realtà contraffatta
ma se noi ci sentiremo coinvolti
lei certo potrà essere rifatta

Rifatta per riuscire a gioire
con quelli disposti a rischiare
di guardarsi dentro e di capire
che è anche bene manipolare

Così impareremo a mediare
l’inevitabile fine celato
di chi quest’arma la sa ben usare
per il grande potere ammalato.

#H3

Martina ha svuotato casa vendendo Online 5 oggetti che non usava da tanto tempo guadagnando sia in denaro sia in punti per aver superato la missione del gioco

#B1

Martina ha la sua nuova Pagina Facebook

CLICCA QUI

#L3

Martina ha imparato come investire il proprio denaro ed ottenere interessi dal 6 al 20%

#F4

Martina ha sperimentato il ”Pasto Alla Cieca” e condivide le sue sensazioni.

Un’ ottima pratica per concentrarsi su ciò che si sta facendo, utilizzando tutti i sensi disponibili.

#E3

Martina ha dedicato il suo tempo per piantare far germogliare i semi di ravanello nel suo giardino in Australia

#E4

Queste sono le piante su cui Martina ha effettuato delle ricerche

1. Pandanus Utilis Bory

Pandanus utilis Bory è una
pianta della famiglia
Pandanaceae ed è originaria
del Madagascar e delle
Mauritius, ed è stato
introdotta dall’uomo a Porto
Rico, in Florida e in
California.
Le radici di questa pianta
escono dal terreno. Le foglie
sono lineari e spinose. Il
frutto è commestibile ma non
saporito per gli umani e deve
essere cotto prima di poter
essere consumato.
Pandanus utilis cresce bene
vicino al mare essendo molto
tollerante al sale. É
prettamente tropicale e
cresce in
zonecompletamente
soleggiate o con poca ombra,
ma preferisce almeno 6 h di
luce diretta. I semi impiegano
dai 2 ai 3 mesi per
germinare.

 

2. Callistemon citrinus Skeels

Callistemon citrinus è un arbusto
sempreverde tipico australiano della
famiglia delle Mirtacee che può
raggiungere i 3 metri d’altezza. La
massima fioritura si ha all’inizio di
novembre e i fiori sono
rappresentati da aghi rossi i quali
sono in realtà stami.
Frutta: piccole capsule legnose
sessili raggruppate attorno agli steli.
Ogni capsula contiene numerosi
piccoli semi.
Considerato un piccolo albero (o un
grande arbusto) raggiunge l’altezza
di 7/8 metri con una durata di vita di
poco più di un decennio nel suo
luogo di origine. Ha una corteccia
grigiastra marrone che diventa
sempre più fessurata con l’età e ha
rami eretti.
Per distinguere dal suo “parente” C. viminalis, una delle due distinzioni principali
sono i rami i quali nel C. citrinus sono verticali e nel C. viminalis sono pendenti.
L’altra caratteristica è che C. citrinus trattiene i semi sull’albero per un lungo
periodo, a volte anche per anni, mentre C. viminalis sparge i semi ogni anno.
I fiori sono usati in composizioni floreali. Il legno può essere usato come legna da
ardere e per la costruzione di manici per utensili.

 

3. Metrosideros excelsa Sol

Proveniente dall’Australia e dalla
Nuova Zelanda, il Metrosideros
Excelsa è un piccolo arbusto
sempreverde, con grandi foglie
coriacee, generalmente di colore
grigio-verde. Il nome significa
pianta del ferro ed è legato alla
durezza del suo legno, difficile da
tagliare perfino con la motosega.
Fiorisce a dicembre (ecco perchè
chiamato volgarmente Albero di
Natale della Nuova Zelanda), per
tutta l’estate producendo cime
terminali compatte di colore rosso,
con molti fiori lunghi 3-4 cm.
Cresce abbastanza lentamente,
ma in natura può raggiungere
alcuni metri di altezza. Il
Metrosideros Excelsa si adatta alle
temperature elevate infatti si
adatta alla vita nelle regioni calde
e asciutte, ama posizioni ben
soleggiate e un terreno molto ben drenato. Teme invece il gelo, può
sopportare brevi gelate di lieve entità.

 

4. Grevillea banksii R. Br.

Grevillea banksii si trova sulla costa del Queensland da Ipswich a Byfield
National Park.
Si è naturalizzata nelle parti più secche della parte meridionale delle Hawaii e
nel Madagascar orientale. Diverse forme di Grevillea banksii sono state
coltivate per molti decenni, ma ora è meno vista rispetto a prima in quanto è
stata sostituita da ibridi più piccoli. Cresce in vari habitat, di solito in boschi
o foresta aperta, su terreni più piani in terreni sabbiosi ma a volte in
brughiera o su pendii rocciosi.
I fiori di Grevillea erano tradizionalmente preferiti dagli aborigeni per il loro
dolce nettare. Potrebbero essere indicati come “le caramelle dei boschi”.
E’ meglio evitare bere il nettare direttamente dal fiore dato che alcune
specie di grevillea comunemente coltivate producono fiori contenenti cianuro
tossico.

 

5. Grey Cottonhead

Pianta perenne
dell’Australia occidentale,
produce un fogliame
grigio-verde a forma di
spada che sostiene piccoli
grappoli di fiori gialli
all’estremità dei suoi steli
durante la primavera.
Questi fiori gialli
attireranno anche gli
uccelli nel giardino.
Comunemente chiamata
anche Conostylis
candicans è ampiamente
usato come confine,
copertura del terreno o
arbusti. Cresce in suoli ben
drenati con fertilità mediobassa
in posizioni di pieno
sole. E’ anche resistente al
vento e alla siccità, oltre a
sopportare il gelo leggero.
Conostylis candicans può
raggiungere un’altezza di 30 centimetri e una larghezza di 50 centimetri.

 

6. Red and green Kangaroo Paw
Pianta simbolo emblema
della regione occidentale
dell’Australia.
La specie non è minacciata,
ma è protetta dalla
legislazione statale. È
necessaria una licenza per
la raccolta dal selvaggio. I
collezionisti di piante intere
e fiori devono essere
autorizzati.
E’ una pianta perenne con
lunghe foglie grigio – verdi,
lunghe fino a 60cm. I suoi
fiori rossi e verdi compaiono
alla fine di lunghi gambi tra
agosto e novembre, i quali
raggiungono anche 1200cm
di altezza.
Nel suo habitat naturale, la
zampa di canguro rossa e
verde fiorisce tra agosto e
ottobre, a seconda delle
condizioni stagionali e della
località. I semi di questa
pianta germogliano
abbastanza facilmente,
specialmente quando sono
seminati in terreni sabbiosi, e anche la propagazione per divisione delle
radici è possibile. È meglio trattarla come una biennale poiché le piante
coltivate tendono a deteriorarsi dopo la seconda stagione. La specie è
suscettibile alla malattia dell’inchiostro che inizia come macchie nere isolate
su foglie più vecchie che possono eventualmente morire. In casi estremi
l’intera pianta può morire. Poiché quattro diversi funghi sembrano essere
responsabili, nessun singolo fungicida dà un controllo efficace. La
coltivazione in posizione soleggiata ed evitare di annaffiarla dall’alto possono
ridurre la gravità della malattia.

 

7. Verbana bonariensis

Verbena bonariensis è una
pianta nativa del sud Smerica,
perenne alta e slanciata.
Una specie molto diffusa che è
particolarmente comune nelle
parti orientali dell’Australia. È
più comune nel Queensland
sud-orientale, nel New South
Wales orientale, nell’ACT e
nella parte orientale del
Victoria. È anche relativamente
comune o sparpagliato in altre
parti del Queensland, nel
Nuovo Galles del Sud e in
Victoria, ed è anche
naturalizzato nell’Australia
meridionale sud-orientale e
nell’Australia occidentale
sudoccidentale. Può
raggiungere un’altezza di 183
cm e può diffondersi fino a 90
cm. Alla maturità, svilupperà
una base legnosa. La
profumata lavanda ai fiori rosa
porpora si presenta in grappoli stretti situati su steli terminali e ascellari, che
fioriscono dalla metà dell’estate fino al gelo autunnale.
I numerosi piccoli fiori tubolari sono fittamente disposti in grappoli ramificati
a forma di dita sulle punte degli steli. La fioritura avviene principalmente
durante la tarda primavera, l’estate e l’inizio dell’autunno. Il piccolo frutto si
separa in quattro “semi” quando sono maturi. Questi “semi” sono di forma
allungata e di solito di colore marrone.

 

8.Eucalyptus globulus

L’eucalipto globulus è un albero
di ragguardevoli dimensioni:
nelle zone di origine può
raggiungere anche i 70-80
metri, ma in genere ha altezze
di 40-55 metri. Le foglie hanno
aspetto differente secondo l’età
della pianta. Le foglie e i
giovani germogli emanano un
forte aroma che diventa
particolarmente intenso e
pungente se stropicciate per
l’abbondante presenza di olio
essenziale.
I fiori sono solitari, portati
all’ascella delle foglie, piuttosto
vistosi. Il calice è conformato a
coppa percorso da costole e
sormontato da un opercolo che
si distacca al momento della
fioritura. La corolla è assente.
L’androceo è formato da
numerosissimi stami, dai
filamenti lunghi e di colore
bianco-crema che conferiscono
al fiore un aspetto vistoso e una
forma globosa.
Il frutto è una capsula deiscente di consistenza legnosa, di colore grigiastro e
di 1,5-2,5 cm di diametro. La forma irregolarmente conica riprende quella del
calice. A maturità la capsula si apre con fenditure nella parte superiore
lasciando fuoriuscire i semi di piccolissime dimensioni. L’area di origine
dell’Eucalyptus globulus comprende la Tasmania e la zona costiera del sud
dello stato di Victoria. La specie è tuttavia coltivata diffusamente negli
ambienti a clima mediterraneo. In Italia si rinviene al Centro, al Sud e nelle
Isole ma meno frequente rispetto all’eucalipto camaldulense.

 

9. Hesperoyucca Whipplei

E’ una delle piante più
distintive della flora nativa
della California. Sia la sua
abitudine di crescita
vegetativa che il suo
carattere di fioritura hanno
reso questa icona un’icona
del paesaggio secco. E’ una
perenne a forma di rosetta
sorprendente con foglie
grigio-verdi rigide e
appuntite, che cresce con
una forma sferica di 3-4
piedi di altezza e 6 di
larghezza. Esposizioni floreali
sono prodotte dalla tarda
primavera fino all’estate,
composti da centinaia di
piccoli fiori bianchi profumati
visualizzati sulla sommità di
punte. La fioritura può
verificarsi dopo 5-6 anni di
crescita Questa è una specie
monocarpica; le piante
muoiono dopo la fioritura.

 

10. Dodonaea angustifolia

La Dodonaea angustifolia
(sabbia oliva) è un arbusto
sottile o un piccolo albero che
si trova naturalmente dall’Africa
meridionale all’Arabia, così
come in Australia e Nuova
Zelanda. Le capsule di semi
sono a tre ali e sono disperse
dal vento. Anche se si verifica
in aree rocciose, viene anche
coltivato per stabilizzare la
sabbia in movimento e per
prevenire l’erosione.
E’ un arbusto sempreverde o
un piccolo albero alto fino a 5
m. La sua corteccia è di colore
grigio chiaro e le foglie cadenti
sono di un verde chiaro
brillante sopra e di un verde più
chiaro sotto. I suoi fiori sono
piccoli, verde giallastro e sono
seguiti da grappoli decorativi di
frutti gialli o rossastri con ali di
carta. I fiori vengono prodotti
da aprile ad agosto (autunnoinverno).
Questa è una pianta a crescita rapida che preferisce un substrato
sabbioso. Le folte siepi cespugliose che può formare sono luoghi ideali per
la nidificazione degli uccelli ei fiori attirano le farfalle. Il seme ha ali cartacee
ed è probabilmente disperso dal vento.
Questo arbusto è coltivato in tutto il mondo, poiché le radici hanno proprietà
di legare il terreno che sono efficaci allo scopo di stabilizzare le dune di
sabbia e controllare l’erosione. Le foglie vengono utilizzate esternamente
come rimedio per il prurito della pelle e per trattare le eruzioni cutanee. Un
estratto delle foglie viene usato come un leggero purgante e per i
reumatismi, le angherie e le emorroidi. Altri usi iniziali della pianta includono il
trattamento di polmonite, tubercolosi ed eruzioni cutanee.
Nell’Africa meridionale è considerata una delle medicine tradizionali più
importanti e viene utilizzata in combinazione con altre piante medicinali.

#MARTY93

Vuoi aiutare Martina a vincere?

Grazie per il tuo voto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi